17 Giugno 2024

FB_IMG_1459426728264

Mini oss ?

Apprendiamo che la Regione Sardegna nel 2013 ha determinato la nascita dell’Addetto alle operazioni di supporto nella gestione domestica e di assistenza nella cura della persona” denominata mini oss” di cui oggi alcuni enti formativi hanno formato un piccolo esercito di mini oss.

Mini oss é una figura sanitaria?

In riferimento alla relativa individuazione e formazione dei profili di operatori di interesse sanitario non riconducibili alle professioni sanitarie, riteniamo che istituire nuove figure per poi determinarne le competenze a seconda dei bisogni (sollevando così problemi e conflitti) con una formazione di sole 600 ore , determina ovviamente una situazione più che critica

Come funziona il mini oss?

Se le linee della politica regionale sarebbe quello di determinare una prima opportunità di regolamentazione rimodellando una figura regionale che non dovrebbe più esiste in quanto l’obiettivo dell’accordo stato regioni era quello di unificare tutte le figure regionali in un’unica figura l’oss, riteniamo che tale politica favorisce speculazioni da parte di enti formativi che mirano esclusivamente a facili guadagni a spese di cittadini che attraverso i corsi di (2mila euro) sperano di trovare lavoro. Tale politica non favorisce sicuramente alcun miglioramento dell’assistenza sanitaria. Quando poi si dovrà spendere altri costi per completare la formazione con un’ ulteriore corso di 350 ore in regime di autofinanziamento per diventare oss.

Un ritornello che va avanti da anni, cambia il nome ma il ritornello e sempre quello. Inoltre come può essere considerata figura professionale da inserire nel repertorio della stessa regione quando mantiene lo stesso meccanismo di quelle dell’adest, osa, asa figure non più equivalenti e assorbiti dalla figura oss .

Se questa viene considerata figura professionale l’oss cosa sarebbe?

Tale attività tende a sovrapporsi con i confini dell’oss.

Se poi l’intenzione e quella di dare un riassetto alle badanti acquisendo una fisionomia e di regolamentazione contrattuale mette ulteriore conflitto in quanto attraverso le cooperative verrà determinato un mercato di schiavizzazione con contratti domestici o delle stesse cooperative a costi inferiori e con ore fino a 14 ore di lavoro, nulla a che vedere con contratti assistenziali sanitari.

Quante domande nascono con questa figura?

Se la figura dell’oss nasce per svolgere la propria attività anche in ambito sociale attraverso i servizi assistenziali domiciliari coordinati dall’assistente sociale del territorio come si porranno in presenza dei mini oss,? ma soprattutto come si pone il mini oss nell’équipe multi-disciplinare di intervento quando costoro non possono farne parte e nè tanto meno considerarli figure professionali?

Se questa figura è riconosciuta a livello Europeo secondo un livello di EqF3. allora perché l’oss con la sua formazione di mille ore non è equivalente al sistema europeo E viene respinto il suo attestato di oss?

Mi sembra che qualcosa non funzione in questo sistema politico, .anzi si determina una situazione più che critica.

 

Se è vero che esiste un bisogno reale di ottenere un‘assistenza qualitativamente elevata per il cittadino e che esiste una nuova disciplina, allora sarebbe importante ridefinire l’oss in una professione e considerarla in un profilo sanitario e non più tecnico

  • Fonte e approndimento http://www.migep.it/document/upload/mini-oss-sardegna.doc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.