17 Giugno 2024

Le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità. Le 6 detrazioni

Le persone con disabilità spesso si sentono abbandonate dal punto di vista fiscale, ma non è del tutto vero poiché agenzia delle entrate ha stabilito delle agevolazioni fiscali per le persone con disabilità.

agevolazioni fiscali per le persone universoss

Non tutti i beneficiari ne sono a conoscenza, perché se ne parla poco e non è un argomento che porta audience alla tv.

Le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità. Tipo di disabilità

    1. Il trattamento fiscale indicato su questa riga riguarda la persona con disabilità in senso generale, indipendentemente dalla circostanza che egli fruisca dell’assegno di accompagnamento.
      La legge considera “disabile” la persona “che presenta una minorazione fisica, psichica o sensoriale, stabilizzata o progressiva, che è causa di difficoltà di apprendimento, di relazione o di integrazione lavorativa e tale da determinare un processo di svantaggio sociale o di emarginazione”.
    2. Il trattamento fiscale indicato su questa riga riguarda la persona non vedente o sorda, la persona con disabilità psichica o mentale (di gravità tale da aver determinato il riconoscimento dell’indennità di accompagnamento) e le persone con grave limitazione della capacità di deambulazione (o affetti da pluriamputazioni) cui è certificata la disabilità grave, ai sensi dell’art. 3, comma 3, della legge n. 104/1992.
    3. Il trattamento fiscale indicato su questa riga riguarda la persona con impedite o ridotte capacità motorie ma non affetta da grave disabilità, indipendentemente dalla circostanza che egli fruisca dell’assegno di accompagnamento.
      In questo caso, il veicolo deve essere adattato (nei comandi di guida o nella carrozzeria) o dotato di cambio automatico (prescritto dalla Commissione medica competente).
    4. Il trattamento fiscale indicato su questa riga riguarda indistintamente qualsiasi contribuente, a prescindere dalla condizione di “disabile”.

Le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità: figli a carico detrazioni Irpef

E’ risaputo che un figlio disabile alla famiglia porta molte spese in più, ma un aiutato ci viene dato dalle detrazioni Irpef. Ma partiamo dal spiegare cos’è una detrazione Irpef.

agevolazioni fiscali per le persone universoss

Le detrazioni Irpef riducono l’imposta (tassa) lorda, determinando quella netta: nel 2015 l’effetto complessivo di riduzione del gettito(Entrata complessiva derivante da uno o più tributi (statali o locali)) a favore dei contribuenti è stato di 66,1 miliardi. Accanto alle aliquote (e agli oneri deducibili) le detrazioni sono quindi uno dei principali fattori che modellano la struttura effettiva dell’imposta. Una volta capito che la detrazione è una riduzione delle tasse che ci spetta pagare, passiamo al dunque;

Per ogni figlio portatore di handicap fiscalmente a carico spettano le seguenti detrazioni Irpef:

  • 1.620 euro, se il figlio ha un’età inferiore a tre anni
  • 1.350 euro, per il figlio di età pari o superiore a tre anni.
    Con più di tre figli a carico la detrazione aumenta di 200 euro per ciascun figlio a partire dal primo.

Le detrazioni sono concesse in funzione del reddito complessivo posseduto nel periodo d’imposta e il loro importo diminuisce con l’aumentare del reddito, fino ad annullarsi quando il reddito complessivo arriva a 95.000 euro.

Le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità: Veicoli

agevolazioni fiscali per le persone universoss

  • detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per l’acquisto di un veicolo
  • Iva agevolata al 4% sull’acquisto di un veicolo
  • esenzione dal bollo auto
  • esenzione dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà

agevolazioni fiscali per le persone universoss

Le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità: mezzi di ausilio e sussidi tecnici e informatici

  • detrazione Irpef del 19% della spesa sostenuta per i sussidi tecnici e informatici
  • Iva agevolata al 4% per l’acquisto dei sussidi tecnici e informatici
  • detrazioni delle spese di acquisto e di mantenimento del cane guida per i non vedenti. La detrazione spetta una sola volta in un periodo di quattro anni, salvo i casi di perdita dell’animale. Può essere richiesta dal non vedente o dal familiare del quale egli è fiscalmente a carico ed utilizzata, a scelta del contribuente, in unica soluzione o in quattro quote annuali di pari importo.
  • detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per i servizi di interpretariato dei sordi

agevolazioni fiscali per le persone universoss

Agevolazioni fiscali per le persone con disabilità: abbattimento delle barriere architettoniche

  • detrazione Irpef delle spese sostenute per la realizzazione degli interventi finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche

agevolazioni fiscali per le persone universoss

Agevolazioni fiscali per le persone con disabilità: spese sanitarie

Un altra agevolazione molto interessante è la deduzione. Vi state chiedendo cos’è la deduzione?

Ecco la risposta:

La deduzione è l’operazione che sottrae alcune spese al reddito complessivo che viene utilizzato per calcolare il reddito imponibile. Questa operazione va quindi a diminuire la base imponibile la quale viene utilizzata come base per calcolare le imposte.
Per le persone disabile disabili spetta:
  • deduzione dal reddito complessivo dell’intero importo delle spese mediche generiche e di assistenza specifica

Le agevolazioni fiscali per le persone con disabilità: assistenza personale

Ci sono deduzioni e detrazioni che aiutano le famiglie ad assumere gli addetti a servizi domestici o alla assistenza personale o famigliare per meglio dire nel gergo comune Colf o Assistenti famigliari o Operatori socio Sanitari (Oss), che possono dare sollievo alle famiglie in difficoltà.

Ecco le agevolazioni:

  • deduzione dal reddito complessivo degli oneri contributivi (fino all’importo massimo di 1.549,37 euro) versati per gli addetti ai servizi domestici e all’assistenza personale o familiare
  • detrazione Irpef del 19% delle spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale, da calcolare su un importo massimo di 2.100 euro, a condizione che il reddito del contribuente non sia superiore a 40.000 euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.