17 Giugno 2024

Nel magico mondo dell’Italia, dove la pizza è rotonda e le tasse… beh, un po’ meno, si sta scrivendo un nuovo capitolo nella saga dei nostri dottori avventurieri. Il ministro della Salute, il prestigiatore Orazio Schillaci, ha tirato fuori dal cilindro una proposta di legge che potrebbe far sparire fino al 90% delle tasse per i medici che decidono di tornare nel Bel Paese. Abracadabra e puff! Le tasse si riducono!

Dottori universoss

 

Ma come funziona questo trucco magico attira dottori? Semplice:

 

Aliquota Ridotta: Se sei un dottore che torna a casa, ti tagliamo le tasse a metà per cinque anni, senza bisogno di dire “per favore” o “grazie”.

Residenza: Devi aver giocato a nascondino con il fisco italiano per almeno tre anni prima di tornare.

Lavoro: Una volta tornato, devi lavorare principalmente in Italia, così ci godiamo tutti la tua compagnia.

Qualifiche: Devi essere un dottore super qualificato, non basta essere bravi a giocare a Operation!

E mentre i tecnici stanno ancora contando le penne sulle loro scrivanie per capire come far quadrare i conti, Annarita Patriarca, la nostra eroina in parlamento, dice che trovare i soldi è più facile che trovare un parcheggio libero a Roma.

 

Quindi, cari dottori, se siete stanchi di mangiare sushi o di indossare maglioni pesanti, l’Italia vi aspetta a braccia aperte e con un bello sconto fiscale. Preparate le valigie, il vostro stetoscopio e… il calcolatrice per tutte quelle tasse che non pagherete!

dettagli della proposta includono:

La misura è pensata per attrarre almeno una parte dei circa 39mila medici che hanno lasciato l’Italia tra il 2019 e il 2023, molti dei quali attratti da retribuzioni più alte all’estero

La proposta è ancora in fase di valutazione e deve passare il vaglio del ministero dell’Economia.

Questi incentivi fiscali sono parte di un tentativo più ampio di riforma fiscale che mira a rendere l’Italia più attraente per i professionisti qualificati e a combattere la carenza di personale nel Servizio Sanitario Nazionale, aggravata dalla pandemia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.