17 Giugno 2024
medici

Sono tempi difficili, quelli che sta affrontando la sanità italiana.

Se qualche decennio fa il popolo italiano si poteva vantare di avere la sanità migliore al mondo, ad oggi non è più cosi. Sono svariati i motivi che hanno portato la sanità in Italia a ridursi quasi al collasso del sistema sanitario.

medici

Uno di questi motivi sono le scelte politiche che hanno portato a tagli notevoli alla sanità, e il numero chiuso nella facoltà di medicina, che ha portato alla mancanza di medici.
La mancanza di medici di conseguenza ha portato, per esempio nel caso della regione Calabrese, ad avviare accordi internazionali con Cuba, per fare venire il loro medici a lavorare in Calabria.

medici

Come se non bastasse, la legge finanziaria del 2010 ha fissato un tetto di spesa per il personale sanitario, che non deve superare il livello della spesa del 2004 ridotta dell’1,4%. Questo ha impedito di fare nuove assunzioni e di pagare adeguatamente i professionisti .

Qui si sono infiltrate le cooperative che assumono per conto degli ospedali pubblici, con i quali hanno accordi per assunzione dei medici con un contratto a chiamata.
In pratica le strutture sanitarie pubbliche per non sforare il budget imposto dalla legge finanziaria del 2010 si avvalgono delle cooperative che assumono il personale medico per 24 ore consecutive.

Tutto questo allo stato costa di più. Ma siccome questa manovra va a pesare come spesa di voce del bilancio e non come spesa del personale, in questo modo si raggira la legge di bilancio del 2010.
Per raggirare la legge finanziaria si aumentato i costi della gestione della sanità.

medici

Le cooperative, tutta questione di business

Le cooperative che offrono personale medico a chiamata lo fanno per puro amore per il business.
Con la scusa di risolvere il problema del budget imposto della legge finanziaria del 2010, strozzano ancora di più la sanità facendo lievitare i prezzi della sanità e peggiorando il servizio offerto ai cittadini.

Le cooperative sono spesso senza scrupoli, approfittano di non essere soggette alle stesse regole della legge 502 del 1992 che prevede che per accedere ai concorsi della sanità pubblica occorra avere una specializzazione, mentre le cooperative sono libere di assumere medici: basta che siano iscritti all’albo.

medici

La salute dei cittadini messa a rischio dall’assunzione dei medici a chiamata: ecco i 3 motivi:

  1. Le cooperative non rispettano i diritti dei cittadini per assunzione dei medici. La conferma del rischio di inadeguatezza del servizio offerto arriva da un’indagine dei Nas che, d’intesa con il ministero della Salute, dalla metà di novembre ai primi di dicembre ha svolto verifiche a campione su 1.525 medici delle cooperative. Risultato: sono stati trovati dottori arruolati come ostetrici senza nessuna formazione per fare i parti cesarei, altri in pronto soccorso senza avere competenze in Medicina d’Urgenza, oppure già dipendenti di altri ospedali che facevano di nascosto i doppi turni per la cooperativa, altri ancora sopra i 70 anni e dunque fuori per legge dal servizio sanitario
  2. I medici non rispettano le regole, sono stati scoperti medici che per fare più soldi escono da un ospedale per entrarne in un altro dopo anche un turno di 24 ore. Gestiscono i propri turni in autonomia: manca il controllo sull’osservanza della pause obbligatorie. Questi medici fanno turni da 12, 36 ore consecutive senza fermarsi aumentando così la possibilità di commettere errori.
  3. La discontinuità: i dottori delle cooperative non possono garantire con costanza le cure dei pazienti. La difficoltà nell’inserirsi nell’ambiente lavorativo: ogni ospedale ha proprie regole, protocolli e organizzazione che è bene conoscere.

La sanità Italiana si sta rivelando una giungla, in cui alcuni medici non hanno il rispetto di loro stessi, non rispettando i loro turni di riposo e mettendo in pericolo i pazienti.
Tutto questo per amor del dio denaro perché un medico a chiamata è pagato molto di più di un suo collega assunto dall’ospedale.

2 thoughts on “I 3 motivi per cui medici a chiamata mettono a rischio la salute dei cittadini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.