17 Giugno 2024

incontinenza maschile

INCONTINENZA URINARIA MASCHILE
1. Valutazione
Questa fase dovrebbe identificare: gli uomini con incontinenza
“complicata” associata con ematuria, dolore, infezioni ricorrenti, o
gli uomini con un evidente o sospetto alterato svuotamento vescicale,
per esempio dovuto ad ostruzione cervico-uretrale, per i quali si
raccomanda una gestione specialistica.
Un alterato svuotamento vescicale si può sospettare in base ai
sintomi, all’esame obiettivo o mediante imaging condotto con radiografia o
ecografia post-minzionali.
La valutazione iniziale ha come scopo l’identificazione di 3 gruppi di
uomini passibili di trattamento iniziale:
a. Quelli con gocciolamento post-minzionale come unico sintomo
b. Quelli con sintomi di urgenza, con o senza incontinenza da urgenza,
associati a pollachiuria e nicturia (vescica iperattiva)
c. Quelli con incontinenza post-prostatectomia
2. Trattamento
a. Il gocciolamento post-minzionale non richiede una valutazione e
solitamente può essere efficacemente trattato con esercizi del pavimento
pelvico e compressione manuale dell’uretra bulbare alla fine della
minzione (grado A).
b. L’incontinenza da urgenza e gli altri sintomi di vescica iperattiva
dovrebbero essere trattati inizialmente in modo non invasivo (grado C):
• Modificazioni dello stile di vita (grado C).
• Esercizi del pavimento pelvico (grado C).
• Ginnastica vescicale (grado C).
• Farmaci antimuscarinici, se si sospetta un’iperattività
detrusoriale come causa dei sintomi di vescica iperattiva.
• I farmaci alfa-litici possono essere considerati se si crede che
possa esserci una condizione di ostruzione allo svuotamento
vescicale.
c. L’incontinenza da sforzo post-prostatectomia dovrebbe essere
trattata inizialmente con esercizi del pavimento pelvico (grado A),
integrati con modificazioni dello stile di vita (grado B) o rieducazione
vescicale (grado C).
11
3. Valutazione del risultato
Se il trattamento iniziale dovesse rivelarsi inefficace, dopo un
ragionevole lasso di tempo (8-12 settimane), il paziente dovrebbe essere
inviato ad una consulenza specialistica.
Nota: per il Paziente potrebbe essere necessario utilizzare dispositivi
per l’incontinenza in attesa del trattamento definitivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.