17 Giugno 2024

l Maxi Concorso vedrà la luce tra 10 Giorni ed è quello che pubblicherà la Regione Toscana, come specificato le Assunzioni saranno circa 1.000  garantirà alle aziende sanitarie della Toscana la copertura del fabbisogno di personale infermieristico per i prossimi tre anni 2016-2017-2018.

Questo Concorso oltre che essere molto atteso per la grande Mole di Posti che viene messa a disposizione, desta un certo interesse poichè per la prima volta viene emanato un unico Concorso Pubblico su base regionale e che prevede la formazione di un’unica graduatoria da cui le aziende attingeranno, tenendo conto delle preferenze per Area vasta indicate dagli idonei in fase di partecipazione.

Inoltre il Concorso sarà per certi versi innovativo rispetto ai precedenti, infatti si caratterizza per una serie di elementi introdotti per migliorare la qualità e la celerità del processo di selezione concorsuale, vediamo in dettaglio quali sono questi Elementi:

  • attuazione dei processi di stabilizzazione dei precari, in accordo con gli indirizzi della Regione Toscana e della Conferenza Stato-regioni;
  • valorizzazione delle esperienze professionali maturate anche al di fuori delle esperienze pubbliche;
  • attuazione di una graduatoria unica a livello regionale;
  • presentazione online delle domande.

Inoltre il Concorso prevede Questo concorso, avendo al suo interno anche procedure di stabilizzazione, è in linea con la delibera approvata stamani dalla giunta, che dà gli indirizzi per la stabilizzazione del personale precario del Servizio sanitario regionale.

Quando verrà pubblicato il Bando di Concorso allo stesso tempo sarà attivato un sito Web interamente dedicato al Concorso

https://domandeconcorsi.estar.toscana.it

sul portale i Candidati troveranno tutte le informazioni inerenti il Concorso è ci sarà anche il modulo, da compilare totalmente online, tramite il quale formalizzare la domanda, indicando i propri dati, il proprio curriculum e la propria preferenza per una o più delle tre Aree vaste.

Gli aspiranti al ruolo potranno indicare una sede di preferenza ma non potranno rifiutare quella a cui saranno destinati. Chi lo facesse sarebbe immediatamente espulso dalla graduatoria. E questa regola varrà d’ora in poi per tutti i concorsi nella sanità, compresi quelli dei medici.

Una grossa macchina organizzativa resasi necessaria poichè secondo gli addetti ai Lavoro ci saranno circa 15.000 domande di Candidatura ed è quindi necessario predisporre il tutto al meglio e per evitare problemi di Organizzazione vista la mole di Domande che sono previste.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.