17 Giugno 2024
vaccino covid19 universoss

Ci sono molte false credenze che girano sul vaccino covid19.
Una di queste insinua che il vaccino covid19 possa modificare il Dna.

I primi vaccini contro il SARS-CoV-2 che sono stati messi a disposizione e approvati dalle Agenzie Regolatorie Internazionali sono quelli basati sulla inoculazione di informazioni genetiche tramite RNA messaggero, sintetizzato in laboratorio e inoculato grazie a micro sfere rivestite di grasso (i liposomi).

Altri vaccini in fase di autorizzazione internazionale sono basati sullo stesso meccanismo fondamentale: inoculare informazioni genetiche tramite DNA, per far produrre alle cellule del corpo umano le proteine del coronavirus (di solito della proteina “spike” virale) che inducano una risposta immunitaria specifica.

Questi vaccini a DNA – che sono spesso indicati come i vaccini di terza generazione – utilizzano del DNA sintetizzato in laboratorio per indurre una risposta immunologica nell’ospite contro batteri, parassiti, virus e, potenzialmente, anche contro le cellule cancerogene.

In breve, vaccinare con il DNA consiste nel trasmettere alle cellule dell’ospite i geni che contengono le informazioni necessarie alla cellula per produrre antigeni della proteina “spike” del SARS-CoV-2.
La proteina poi provocherà una risposta immunitaria specifica con anticorpi diretti contro la stessa proteina “spike”.

L’Agenzia del farmaco spiega:

“Il vaccino, quindi, non introduce nelle cellule di chi si vaccina il virus vero e proprio, ma solo l’informazione genetica che serve alla cellula per costruire copie della proteina Spike.
Se, in un momento successivo, la persona vaccinata entra nuovamente in contatto con il SARS-CoV-2, il suo sistema immunitario riconoscerà il virus e sarà pronto a combatterlo.

L’mRNA del vaccino non resta nell’organismo, ma si degrada poco dopo la vaccinazione.”

vaccino covid19 universoss

I vaccini anti COVID-19 non sono in grado di interagire o di modificare in alcun modo il DNA.
I vaccini a mRNA, come le altre tipologie di vaccini disponibili, forniscono alle nostre cellule le istruzioni utili ad attivare una risposta immunitaria che sia in grado di proteggerci dall’infezione da SARS-CoV-2 e dalle sue conseguenze più gravi.
L’mRNA non entra nel nucleo delle cellule e non può in alcun modo modificare il nostro DNA.
Inoltre, l’mRNA viene degradato rapidamente all’interno delle cellule una volta svolta la sua funzione

Una altra falsa credenza che gira è che vengono somministrati vaccini scaduti. Niente di più falso

Nessun vaccino scaduto può essere somministrato. Esistono procedure specifiche che prevedono, come per tutti i vaccini e tutti farmaci, la loro distruzione una volta che si arrivi alla data di scadenza.
Inoltre, il controllo della data di scadenza da parte dell’operatore sanitario, prima della somministrazione del vaccino, rientra nelle normali procedure vaccinali.

vaccino covid19 universoss

Un’altra falsità sul vaccino covid19 è: I vaccini usati per la quarta dose non funzionano contro le nuove varianti 

Anche se gli attuali vaccini si basano sul ceppo originario del virus, la loro efficacia si è mantenuta, soprattutto nei confronti delle forme gravi della malattia. Questa protezione tende però ad indebolirsi con il passare del tempo. La somministrazione della prima e seconda dose di richiamo (booster), nel rispetto delle modalità e delle tempistiche previste dalle autorità sanitarie, consente di ripristinare livelli elevati di protezione.

vaccino covid19 universoss

Un altra falsità é che Il vaccino fa venire il COVID-19. Quasi tutti i positivi al virus sono vaccinati. Grandissima falsità

I vaccini attualmente utilizzati in Italia nella campagna vaccinale sono basati su tecnologie che non prevedono l’utilizzo del SARS-CoV-2 vivo con capacità infettante. L’eventuale sviluppo della malattia dopo la vaccinazione può quindi essere dovuto solo a un’infezione naturale del virus contratta indipendentemente dal vaccino. (Fonte: Istituto Superiore di Sanità).

Altra grande falsità sul vaccino covid19: Più ci vacciniamo più aumentano le varianti del virus

Le varianti sono dovute al fatto che il virus quando si replica tende a sviluppare nuove mutazioni. Al contrario, i vaccini contribuiscono a ridurre la circolazione del virus e di conseguenza si riduce anche la possibilità che questo muti. (Fonte: Istituto Superiore di Sanità)

Altra falsa notizia in circolazione:
Prima di vaccinarmi contro COVID-19 devo fare il test sul sangue per essere sicuro di non avere già gli anticorpi

vaccino covid19

Allo stato attuale non è indicato fare test sierologici (test sul sangue) per rilevare la presenza di anticorpi contro SARS-CoV-2 prima di sottoporsi alla vaccinazione. I vaccini sono, infatti, indicati anche per le persone che hanno già contratto COVID-19 e che, dunque, hanno sviluppato anticorpi.

Per saperne di più: Circolare ministero della Salute 3 marzo 2021

Un altro articolo che vi potrebbe interessare: “Il paradosso del rientro del personale sanitario no vax in ospedale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.