17 Giugno 2024
Il pancreas è dotato di una duplice funzione, endocrina da un lato ed esocrina dall'altro. Il primo termine fa riferimento alla sua capacità di secernere nel circolo sanguigno gli ormoni che sintetizza, mentre la funzione esocrina consiste nella produzione di enzimi digestivi da immettere nel tubo digerente.

Il pancreas come fatto?

Il Pancreas è una voluminosa ghiandola retroperitoneale priva di capsula, impari e di
tipo misto (esocrino-endocrino), avente forma allungata in senso trasversale ed appiattita in
senso saggitale.

PANCREAS

È situato in posizione mediana, nello spazio retroperitoneale in corrispondenza della regione epigastrica ed è adiacente alla maggior parte delle principali strutture dell’addome superiore.

Queste caratteristiche anatomiche spiegano come patologie infiammatorie o neoplastiche possano facilmente interessare gli organi e le strutture nervose e vascolari adiacenti.

Ha colorito giallastro e superficie lobulata, una lunghezza media di 12-15 cm, un altezza massima di 4 cm e uno spessore di 1,5-2 cm.

Il peso del pancreas?

Il suo peso medio nel giovane adulto è tra 70 e 110 gr; tale peso tende a ridursi con l’età.

Anatomia del pancreas

Dal punto di vista anatomico, il pancreas viene convenzionalmente suddiviso in tre porzioni, che prendono il nome di testa, corpo e coda del pancreas:
¾ la testa, di forma grossolanamente rettangolare è situata nella concavità formata dal
duodeno.

Essa si prolunga inferiormente nel processo uncinato, che sulla faccia anteriore presenta un solco nel quale decorrono i vasi mesenterici superiori.

download-1
¾ il corpo, di forma prismatico-triangolare, rappresenta il segmento intermedio ed è
disposto frontalmente rispetto all’aorta e alla vena cava.

¾ la coda diretta verso l’alto e a sinistra rappresenta il tratto assottigliato con cui termina
quest’organo ghiandolare e prende rapporto con l’ilo della milza.

La testa del pancreas è rivestita anteriormente dal peritoneo ed è in rapporto con la
parte pilorica dello stomaco e con la parte superiore del duodeno; posteriormente è rivestita
dalla fascia retropancreatica, che la separa dal coledoco, dalla vena porta e dalla vena cava
inferiore.
Il corpo è in rapporto anteriormente con il peritoneo della borsa omentale e con la
parete posteriore dello stomaco; posteriormente è rivestito dalla fascia retropancreatica ed è
in rapporto con la vena mesenterica superiore, l’aorta, la ghiandola surrenale e il rene di
sinistra.
La coda anteriormente è incrociata dai vasi splenici e posteriormente è in rapporto
con il rene sinistro. L’apice del pancreas è collegato alla milza dal legamento pancreaticolienale.

Vascolarizzazione ed Innervazione.

pancreas
Il pancreas ha una ricca irrorazione ematica proveniente da rami dell’arteria celiaca e
dell’arteria mesenterica superiore. Le arterie pancreatico-duodenali superiori anteriore e
posteriore nascono come rami dell’arteria gastroduodenale, ramo dell’arteria celiaca; le
pancreatico-duodenali inferiori anteriore e posteriore provengono dall’arteria mesenterica
Atti del Corso “La Nutrizione Clinica nelle Patologie Pancreatiche non Neoplastiche” superiore.

Questi vasi in genere decorrono in un solco tra la testa del pancreas e il duodeno ed emettono rami per entrambi gli organi (la vascolarizzazione arteriosa della porzione cefalica è in comune con quella della seconda porzione del duodeno (arcate pancreaticoduodenali superiore e inferiore, tra arteria gastro-duodenale e mesenterica superiore) e questo fa si che l’asportazione completa della testa comporti la contemporanea duodenectomia).

L’altra irrorazione arteriosa importante del viscere deriva dall’arteria splenica che dà
origine a numerosi piccoli rami e in genere a 3 grandi vasi:

  • la pancreatica dorsale
  • la pancreatica magna
  • la pancreatica caudale.

pancreas
Il drenaggio venoso defluisce tutto nel sistema venoso portale.

Le vene pancreatiche drenano la coda e il corpo del pancreas e sboccano nella vena splenica; quelle pancreaticoduodenali decorrono in prossimità delle arterie omonime e si gettano nella vena splenica o direttamente nella vena porta.

La rete linfatica, particolarmente ricca drena nei linfonodi pancreatico-lienali e celiaci. L’innervazione efferente è sotto il controllo vagale, le vie afferenti decorrono lungo i
nervi splancnici.

Dal punto di vista istologico il pancreas è una ghiandola composta, racemosa,
finemente nodulare. È circondato da tessuto connettivale sottile, ma non ha una capsula
tissutale fibrosa. I lobuli sono visibili all’esame macroscopico, e sono connessi da setti di
tessuto connettivale che contengono vasi sanguigni, nervi, linfatici e dotti escretori.

 Composizione pancreas

La ghiandola è un organo misto, esocrino per circa l’80% ed endocrino per circa il 2%.

La porzione endocrina consiste nelle insule di Langherans, la parte esocrina è costituita
da numerosi acini che sono le subunità dei lobuli. Il lume dell’acino si apre nei dotti nei
intralobulari; tali dotti si anastomizzano a formare i dotti interlobulari. I dotti interlobulari si
anastomizzano fino a costituire il dotto pancreatico principale (di Wirsung).

I succhi pancreatici

I succhi pancreatici, prodotti dalla porzione esocrina vengono infatti immessi nel
duodeno attraverso due dotti escretori, il dotto pancreatico principale di Wirsung e il dotto
accessorio di Santorini.

Dotto pancreatico principale: inizia in corrispondenza della coda e decorre nel corpo
da sinistra a destra. Dopo la confluenza con il dotto accessorio, in corrispondenza della testa
devia verso il basso, attraversa la parete del duodeno e sbocca, insieme al coledoco, a livello
della papilla duodenale maggiore (di Vater).

Dotto pancreatico accessorio: si distacca dal dotto principale a livello dell’istmo
ghiandolare, percorre trasversalmente la testa e sbocca nel duodeno in corrispondenza della
papilla duodenale minore o accessoria; talvolta può anche terminare nel dotto pancreatico
principale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.